video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

mercoledì 22 febbraio 2012

BOMBA



La notte scorsa una bomba  rudimentale è stata fatta esplodere da sconosciuti  nei locali  della polizia locale della nostra città. Un atto gravissimo che ha causato danni ingenti e forte preoccupazione fra i cittadini ivi residenti e la cittadinanza tutta.  Paderno Dugnano ancora una volta, in questi ultimi anni ,  è  associata ad episodi  malavitosi di stampo mafioso.  Dal summit nei locali del centro sociale anziani "Falcone & Borsellino", alle rapine negli esercizi pubblici, agli episodi di scassi e furti  nelle abitazioni di cittadini, borseggi, all'intimidazione all' Assessore Giovanni Di Maio, ora lo scoppio che hanno devastato la sede della polizia locale.  Un crescendo che appare inarrestabile.
Esprimiamo  piena solidarietà a tutto il corpo della polizia locale ai suoi dirigenti, all'  Amministrazione comunale, alla cittadinanza tutta. Esprimiamo piena fiducia nella  Magistratura e nelle  forze dell'ordine  e auspichiamo tempi rapidi  per assicurare  i colpevoli dell' attentato alla giustizia.
La  richiesta legittima dei cittadini per una  maggior sicurezza si infrange nella politica dell' immagine dimenticando il contesto in cui viviamo. Per anni, il centrodestra  nostrano e la Lega nord  hanno  evidenziato e esaltato la malavita operante in altre Regioni dell' Italia, pensando che la nostra Regione sia immune. I fatti dimostrano che nella nostra Lombardia operano e sono radicate organizzazioni malavitose in grado di controllare le istituzioni, l' economia e la politica.
Alla  richiesta di sicurezza dei cittadini si è risposto con la proliferazione di corpi di polizia, telecamere in ogni via. allontanamenti forzosi di persone senza fissa dimora o nomadi.   Si è perseguito una politica d' immagine e di facile presa nell'opinione pubblica. Politica di breve respiro che ha permesso maggiori infiltrazioni nel tessuto sociale e nei territori di organizzazioni malavitose  di stampo mafioso. L'acuirsi  della crisi economica può determinare ulteriori  radicamenti  mafiosi  e in particolare fra le nuove fasce  impoverite  di cittadini.
La politica dell' immagine tanto cara al centrodestra bisogna sostituirla con un piano di rilancio economico, culturale e di sistematico impegno istituzionale  in grado di neutralizzare, sconfiggere la malavita e i gruppi di potere a questi collegati.








Di seguito la missiva del Capogruppo consiliare Mauro Anelli

Gruppo Consiliare Rifondazione Comunista – Partito dei Comunisti Italiani
Al Comando di Polizia Urbana di Paderno Dugnano
E p.c. Al Sindaco di Paderno Dugnano

A seguito del gravissimo attentato che ha colpito la sede della Polizia Locale di Paderno Dugnano, provocato da una forte esplosione, esprimiamo la nostra più ampia solidarietà a tutti i dipendenti del Corpo di Polizia Urbana, oggetto di questo vile ed inquietante nonché tragico attacco, mai accaduto prima nella nostra città.
Questi episodi estremamente intimidatori investono una forte preoccupazione tra i cittadini e devono essere condannati in modo perentorio, in quanto risultato di una grave e palese violenza organizzata.
Premessa la conferma del buon lavoro svolto dalla nostra Polizia Urbana, importante ruolo di controllo del territorio, auspichiamo che a seguito di detto episodio, l’Amministrazione Comunale oltre al pieno sostegno al Corpo di Polizia Urbana, manifesti nel concreto adottando di maggiori strumenti detto settore, con l’obiettivo di svolgere il proprio ruolo in maniera più capillare e preventiva, onde sia garantita la sicurezza per tutti.
Confermando la nostra partecipazione alla fiaccolata organizzata dall’Amministrazione comunale che avverrà venerdì 24 febbraio, invitiamo tutti i cittadini ad una vigilanza democratica.
Il Capogruppo PRC/PdCI Mauro Anelli
Posta un commento