video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

martedì 13 marzo 2012

ORARI


Il tema orari degli esercizi commerciali sta suscitando un' interessante dibattito.  L' ordine del giorno, presentato  al Consiglio comunale di Paderno Dugnano dal capogruppo PdCI/PRC Mauro Anelli è stato respinto per parità dei voti. I voti del PD, tranne il voto del consigliere Boggia, IDV, lista Di Maio, PdCI/PRC e l'astensione della Lega nord non sono stati sufficienti per attivare  Sindaco e Giunta  per modificare il decreto del governo Monti.

Non ci è dato sapere le ragioni per cui il consigliere Boggia ha preferito stare in platea piuttosto che argomentare in aula il suo pensiero. Aspettiamo con curiosità una sua dichiarazione. 
Per ora ci accontentiamo di alcune dichiarazioni pubbliche di esponenti del suo Partito.  Altre notizie, curiosità o comunicazioni provenienti dagli altri Partiti non ci  risultano. L'ordine di evitare di parlane è stato impartito? 

A costoro vogliamo rendere note alcune dichiarazioni, interviste,scritti e commenti di alcune importanti personalità:

Il Beato Giovanni Paolo II, nell'enciclica "Laborem exercens " afferma che il lavoro è per l'uomo è non l'uomo per il lavoro.

L 'attuale Papa, Benedetto XVI, nella sua enciclica " Caritas in veritate" afferma che la festa è un tipico luogo del dono, il dedicarsi agli altri. Festa non significa perdere tempo ma recuperare altri valori.

Il nuovo Cardinale di Milano, Angelo Scola, ha osservato, in una sua recente omelia sulla rilevanza "del riposo festivo, che è da conservare perchè è spazio di comunione e luogo sociale". Rileva che  "non si attinge il riposo in senso forte" per  i componenti di una famiglia  con  turni di lavoro differenziati.

Il Preside della Facoltà di Sociologia dell'Università cattolica, Mauro Magatti,  bocciando il decreto Monti, afferma che "la cultura del consumo non ha portato crescita, anzi. L'apertura domenicale dei negozi "non è destinata a produrre grandi risultati" 

L' europarlamentare Patrizia Toia ha dichiarato: garantire "un giorno di riposo  per consentire alle famiglie di ritrovarsi. Ci vogliono regole certe  e la flessibilità non deve provocare effetti negativi".

<Non fate shopping, liberate le domeniche dal lavoro> è stato l'appello dei sindacati la scorsa domenica 4 marzo  proclamata  da European Sunday Alliance rete di associazioni e sindacati che chiedono il "rispetto dei tempi di vita e di lavoro " "Giornata europea per le domeniche libere dal lavoro", con manifestazioni in varie città d'Italia.

I sindacati dei Lavoratori del commercio, FilcamsCgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil hanno aderito alla Giornata convinti che "la liberalizzazione degli orari nel commercio non farà aumentare ne' consumi, nè occupazione".

A tutti vogliamo ricordare il valore di quell'ordine del giorno. Il  mancato rispetto dei dettami costituzionali e degli Statuti degli enti locali comporta il sostanziale annullamento di questi ultimi. Se poi si guarda la questione dal punto di vista urbanistico e ambientale il quadro che si configura è ancor più preoccupante, anzi pericoloso  per la Democrazia.


.








Posta un commento