video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

martedì 26 giugno 2012

LAVORATORI


Il comunicato stampa del PdCI ha colto nel segno . Nel giro di  poche ore si sono registrate le seguenti reazioni: L'Amministrazione comunale ha emesso un comunicato pubblicato sul sito comunale;  hanno deciso di  tergiversare sulla richiesta del nostro capogruppo  Mauro Anelli;  è stata presentata un interrogazione al sindaco da parte del capogruppo del Partito democratico. Infine ci risulta  convocata la riunione  RSU  e Amministrazione comunale    per  cui siamo in attesa di notizie  pubbliche.  
L' Assessore al Personale del Comune di Paderno Dugnano  Giovanni Di Maio, in quota della lista personale-civica  Lista Di Maio,   ha firmato in data 25 giugno un comunicato stampa in risposta al nostro del 24 scorso. Il titolo del comunicato dell' Assessore è un capolavoro di demagogia(questa Si!)  e di impertinenza.  Recita: "Nessuna divergenza con i lavoratori, sempre confronto costruttivo ". Se fosse vero i Lavoratori, i loro rappresentanti e il nostro Partito non avrebbero agito, scritto e richiesto incontri.  "Il confronto costruttivo" dell'amministrazione di centrodestra+Lega nord+Lista  DiMaio sarebbe proficuo se con il comunicato si rispondesse al quesito posto, da febbraio scorso e  senza dare risposte che nessuno ha domandato,senza autosantificarsi per analoghi "confronti" in altri enti comunali.  
Le segnalazioni che pubblichiamo  delle RSU e della FP CGIL , datate 29-02-2012 e  21-06-2012 sono la prova  provata che  le "divergenze" ci sono e si sono nel tempo incancrenite. Segnalazioni scritte che l' Assesore Di Maio omette di rendere noto alla stampa     l'Assessore e la sua maggioranza    forse pensano che trascorrendo inutilmente il tempo le divergenze si possano appianare?  Il Sindaco  Alparone e l'Assessore Di Maio abbiano la bontà di rispondere  ai Lavoratori rapidamente, come Noi Comunisti italiani sollecitiamo. 

  



Paderno Dugnano, 20/02/2012 Al Sindaco

Alla Giunta Comunale

Al Segretario Comunale
Ai dirigenti
p.c. Ai Lavoratori del Settore Pianificazione del Territorio


SEGNALAZIONE AI SENSI DELL’3 DEL VIGENTE REGOLAMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA’ APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI G.C. N. 82/2008

La R.S.U. del Comune di Paderno Dugnano, venuta a conoscenza del perdurarsi di una situazione di forte disagio lavorativo all’interno del Settore Pianificazione del Territorio presenta la seguente segnalazione.
I lavoratori del settore in questione, denunciano una situazione lavorativa ormai insostenibile: continue minacce ed aggressioni verbali soprattutto nelle modalità con cui vengono fatte.
Questi atteggiamenti hanno prodotto e producono nel tempo, effetti di sofferenza psicologica e morale, determinano isolamento all’interno del posto di lavoro e impediscono di svolgere al meglio il proprio lavoro.
Tale condotta vessatoria, abituale e ripetitiva è aggravata anche dal fatto che il dirigente in questione è un uomo e le persone sottoposte alle aggressioni verbali sono a maggioranza donne.
Ci viene riferito inoltre che l’effetto scatenante di tali aggressioni è spesso imprevedibile ed immotivato.
Riteniamo che tali comportamenti ricorrano in quelli citati nella Direttiva 2002/73/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 23 settembre 2002 pubblicata sulla GUCE n. 269 del 5 ottobre 2002, volta a favorire l’attuazione del principio di parità di trattamento tra uomini e donne, che considera molestie tutte quelle situazioni in cui si verifica un comportamento indesiderato connesso al sesso di una persona avente lo scopo o l’effetto di violare la dignità di tale persona e di creare un clima intimidatorio, ostile, degradante umiliante e offensivo.
Si richiama inoltre l’attenzione sul fatto che l’integrità fisica è un bene giuridico da tutelare e che lo stress è uno dei fattori direttamente correlati ai problemi di salute connessi con il lavoro su cui è obbligatoria la sorveglianza medica da parte del datore di lavoro.
Chiediamo pertanto che l'Amministrazione comunale intervenga con gli strumenti a sua disposizione per sanare tale situazione al fine di creare un clima sereno che agevoli le buone relazioni, consapevoli che ciò sia utile a tutti e soprattutto al servizio.
In attesa si porgono distinti saluti.

RSU Comune di Paderno Dugnano
La coordinatrice Angela Lombardi






Paderno Dugnano, 21/06/2012 
 Al Sindaco

Alla Giunta Comunale

Al Segretario Comunale
Ai Consiglieri Comunali
p.c. ai Lavoratori del Settore Pianificazione del Territorio


PRESA D’ATTO DELLA PERMANENZA DELLE CONDIZIONI LAVORATIVE IN CUI OPERANO I LAVORATORI DEL SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO

Con riferimento alla ns. precedente segnalazione del 20/02/2012, la R.S.U. prende atto che ad oggi, gli organi preposti a capo di questa organizzazione non si sono fatti promotori di azioni significative, affinchè i lavoratori del settore in questione possano operare in un clima di serenità, con regole chiare dove ognuno per la propria competenza contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di questa Amm.ne Com.le.

Le situazioni di forte disagio che venivano evidenziate nella ns. precedente segnalazione, purtroppo si sono confermate, anzi ulteriormente aggravate come emerso dalla riunione del settore tenutasi in data 14/06/2012.

Nella medesima riunione con i lavoratori del settore venivano evidenziati i seguenti aspetti organizzativi:

  1. confusione di ruoli nelle competenze e assenza di coordinamento;
  2. mancanza di confronto sui compiti assegnati;
  3. assenza di indicazioni interpretative sulle disposizioni di legge;
  4. risposte e disposizioni contraddittorie sul medesimo argomento;

I punti sopra segnalati hanno come effetto una ripercussione negativa sulla qualità dei servizi elargiti, che risultano emessi con forte ritardo e poca chiarezza.

Alle indicazioni sul modo confuso di operare, si aggiunge che le stesse vengono impartite con toni poco consoni al ruolo ricoperto, privando le persona della dignità e del rispetto doveroso in un ambiente di lavoro sano.

Ad oggi, non è azzardato affermare che i lavoratori del settore siano sottoposti quotidianamente a forte stress emotivo, con ripercussioni anche sulla vita privata. Ricordiamo che l’integrità fisica è un bene giuridico da tutelare e che lo stress è uno dei fattori direttamente correlati ai problemi di salute connessi con il lavoro, su cui è obbligatoria la sorveglianza medica da parte del datore di lavoro

Le azioni proposte dalla Amm.ne Com.le alfine di pervenire a soluzioni efficaci, consistenti in un breve percorso volto a misurare il potenziale organizzativo, la revisione dell’analisi dello stress-lavoro e altre azioni relative alle relazioni interne, non si configurano come quelle più adeguate alla risoluzione del problema, in quanto individua nei lavoratori la causa, ignorando volutamente le origini del problema.

Chiediamo nuovamente l’intervento immediato dell’Amministrazione Comunale, e non avendo ad oggi trovato riscontro positivo in tal senso interessiamo anche il Consiglio Comunale di ciò che sta avvenendo, affinchè i lavoratori possono svolgere le funzioni a loro assegnate, motivati in un clima di serenità.

RSU Comune di Paderno Dugnano FP CGIL MILANO
La coordinatrice Angela Lombardi Alexandra Bonfan






Posta un commento