video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

martedì 7 agosto 2012

VACANZE E I COMPITI


L'ex Sindaco di Paderno Dugnano Gianfranco Massetti  invita,  il centro sinistra  locale a fare i compiti a casa delle vacanze  in vista della ripresa autunnale. Egli evidenzia quattro  tematiche di oggettiva importanza: a) area metropolitana milanese b) territorio e PGT c) finanza locale  d) ambiente e persona.
Sommariamente Massetti si interroga e interroga su quale assetto dare alla nuova città metropolitana con la liquidazione, voluta dal governo Monti, della Provincia di Milano. Con la necessità di partecipare al dibattito innescato dal decreto e la constatazione oggettiva che gli annosi problemi della nostra città si possono e si devono risolvere in un ambito che non può e non sarà locale.  RHO-MONZA, MILANO-MEDA, PARCO DI GRUGNOTORTO, TRASPORTI, ecc. da valutare e valorizzare nei piani urbani locali e provinciali (PGT,PTCP)  sapendo che vi sono ritardi  e impedimenti che potrebbero penalizzare la città di Paderno Dugnano. La mancanza di una vera discussione nei vari organismi non promette nulla di buono. 
Il tema "finanze locali"  da  visualizzare con un ottica "nuova e non ideologica" anche rivedendo il livello di welfare e valorizzando maggiormente il "terzo settore".  Massetti si rivolge  a tutti coloro che siano in grado di organizzare  " competenze e proposte" senza "patriottismi  di partito ideologie e gelosie " con forum in cui "la persona al centro dell'ambiente" risulti il riferimento della politica.
All' amico e compagno Massetti e a tutto il "centro sinistra" di Paderno Dugnano con queste brevi note intendiamo  interloquire e aprire una discussione che dovrà vederci all'appuntamento elettorale pronti ad assumerci tutte le responsabilità politiche e amministrative.  
All'amico e compagno Massetti  vogliamo porre delle domande affinchè "i compiti delle vacanze" siano momento anche di riflessione politica generale. Il "locale" non può prescindere dall' evolversi della politica "nazionale".
Notiamo che tu scrivi "centro sinistra" anzichè centrosinistra oppure centro-sinistra. Massetti sa bene che  il centrosinistra è diverso dal centro-sinistra e non è uguale al centro sinistra. La disquisizione non è  solo letteraria, filologica,  ma è di sostanza. Modifica, integra o espelle parti sociali e politiche. L' interpretazione attuale del centrosinistra vede la discriminazione e emarginazione dei comunisti   e sostituiti da pezzi del centro moderato filo governo Monti. Questa è anche la tua interpretazione? Se la risposta è SI  l'invito alla discussione risulta falsata in partenza. Supponiamo  invece che  la tua interpretazione del centrosinistra  sia opposta a quanto è in auge in queste ore. Magari modificata, aggiornata che ha fatto tesoro dell'esperienza e degli errori del passato. Per Noi Comunisti l'esperienza e anche gli errori  ci portano  ha sostenere le forze di progresso senza  vendere il nostro essere. Noi siamo comunisti e vogliamo continuarlo ad esserlo.  Ritieni questa nostro pensiero  "patriottismo di partito" ?    Noi alle entità individuali  in quanto tali o al civismo non crediamo. Ancor meno quando i trasformisti, i cambi di casacca sono propedeutici a prebende e poltrone. Massetti sa quanto noi quante negatività hanno prodotto nei partiti  e nella società queste culture.
Massetti invita tutti a un atteggiamento "non ideologico". Cosa significa? Sposare l'ideologia dominante quella che definiamo "unico" perchè imperante sul pianeta terra?  L'atteggiamento  "non ideologico"  sposato anche da forze e uomini di sinistra   ha permesso al "pensiero unico" di maggiormente radicarsi, di acquisire nuovi spazi , il sovvertimento dei valori   etici  e morali  e ancor più drammaticamente la delegittimazione di coloro che pensano diversamente. Alla delegittimazione dell'avversario si fa presto ad sconfinare alla discriminazione o  anche alla distruzione fisica  magari con la guerra di pace (sic!) vista in questi anni.  Le tematiche non sono distinte fra loro ma vi è sempre un estrinseco legame.  
continua










  



Posta un commento