video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

sabato 10 novembre 2012

PRIMARIE


Quest'oggi  si sono riunite a Roma, la Direzione nazionale  e a Milano, la Direzione regionale lombarda  del Partito dei Comunisti italiani.
Pubblichiamo l'ordine del giorno approvato dalla Direzione nazionale:


La Direzione nazionale del Pdci:

- ribadisce la volontà di provare a concludere un accordo con il centro-sinistra per scongiurare lo scenario di un Monti-bis e l'imposizione delle sue politiche antipopolari. 


- impegna il Partito a partecipare al percorso delle primarie della coalizione         
"Italia bene comune",  dando indicazione di voto per Nichi Vendola, il candidato più marcatamente di sinistra, più conseguentemente critico con le politiche di Monti e nostro alleato nei referendum sul lavoro. 



Qualora vi fosse un secondo turno delle primarie (e qualora Vendola non vi giungesse) il Partito si impegna, sin d'ora, a sostenere la candidatura di Pierluigi Bersani.







La Direzione regionale del PdCI lombardo, analogamente, ha confermato l'indicazione di partecipare alle "primarie"del centro-sinistra, sostenendo e candidando a Presidente della Regione Lombardia l'economista, Direttore della rivista "Valori" professor Andrea Di Stefano.

Il prof. Di Stefano rappresenterà, oltre al PdCI, i Partiti, le organizzazioni e i movimenti che  respingono i dettami liberisti e antipopolari dei governi di centrodestra, del governo Monti e i diktat  monetaristici ed autoritari imposti dalla BCE  e dalla FMI. 
http://youtu.be/q4MEnxxT2aA 




DOCUMENTO FINALE APPROVATO DAL COMITATO REGIONALE DEL PARTITO DEI COMUNISTI ITALIANI DELLA LOMBARDIA IN RELAZIONE ALLE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE.

Il Comitato Regionale del Partito dei Comunisti Italiani della Lombardia, alla luce della crisi che ha investito Formigoni e il centro-destra lombardo e delle imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale, ritiene indispensabile la costruzione di un’ ampio schieramento politico e sociale in grado di produrre discontinuità e cambiamento, rompendo con il sistema di potere clientelare costruito in questi 17 anni dalle destre in Lombardia.

Un sistema che ha prodotto la subalternità del pubblico nei confronti del privato, trasformando la solidarietà in carità. Provocando devastazione economica, deserto produttivo e aumento della povertà, ed un uso scellerato del territorio con conseguente perdita dei beni comuni.

Un sistema basato sul malaffare come dimostrano le inchieste, gli arresti, le condanne che in questi anni hanno coinvolti consiglieri e assessori del centro-destra e che a consentito alla criminalità organizzata (’ndrangheta) di fare affari avendo referenti politici diretti all’interno della giunta.

Un sistema che nonostante la “caduta” di Formigoni mantiene una sua forza ed influenza nella nostra regione.

Per tutte queste ragioni il Partito dei Comunisti Italiani della Lombardia, impegna tutte le sue strutture nel percorso finalizzato alla costruzione di un’ampia coalizione delle forze politiche e sociali che in questi anni si sono opposte a Formigoni. Stigmatizza tutte quei tentativi tendenti ad escludere la sinistra e i comunisti dalla coalizione e promuove il confronto pubblico, democratico e delle idee come elemento fondamentale per la costruzione di un programma alternativo al centro-destra.

Le primarie, per quanto ci riguarda, sono un’occasione di partecipazione e di confronto dove far vivere le nostre idee e le nostre proposte, in questo contesto la candidatura di Andrea Di Stefano, il suo impegno politico nella critica all’attuale modello di sviluppo ed al sistema economico, la sua volontà a lavorare per l’unità della sinistra, le prime proposte di natura programmatica avanzate, che rappresentano con nettezza un progetto fattibile di cambiamento nelle politiche di governo della Lombardia, è da noi salutata positivamente.

Il Partito dei Comunisti Italiani della Lombardia nel sostenere la candidatura di Andrea Di Stefano impegna le sue strutture periferiche nella raccolta di firme necessarie per la partecipazione alle primarie.

Milano, 10 novembre 2012

Approvato all’unanimità







Posta un commento