video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

giovedì 28 marzo 2013

DIRETTA WEB=DEMOCRAZIA?

                                                                                                                                                                       
di Giannelli Corriere della sera 28/3/13               

  
Nell'incontro istituzionale fra Luigi Bersani, Presidente del Consiglio incaricato e i rappresentanti del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo è stato introdotta una novità: la diretta web. 
E' la prima volta che si è potuto assistere in diretta ad incontro fra parti politiche impegnate a ricercare la soluzione della crisi politica in atto. gli esponenti grillini hanno venduto l'evento come  esempio di trasparenza e di democrazia nuova. Si tratta veramente di questo?  Si rileva immediatamente che si è potuto assistere alla diretta web Bersani-Crimi ma è stato negato di sapere cosa si sono detti nel gruppo parlamentare grillino  convocato prima dell' incontro. Perchè la discussione interna non è stata trasmessa in diretta? La "discussione" interna al movimento è stata plurale o si è deciso solo di serrare i ranghi?
Alla delegazione grillina il mandato era solo quello di comparire in video o quella di trattare seriamente? Chiunque persona che ha trattato, contrattato o istruito un' accordo, commerciale, culturale o politico, sa che spesso gli accordi si raggiungono in altra sede, magari davanti un piatto di buon cibo,(il buon cibo è propedeutico a buoni accordi ) lasciando che il tavolo ufficializzi o migliori l'accordo trovato.  
Se invece i delegati devono solo comparire, il risultato è già prefigurato. La volontà di trovare una soluzione è uguale zero. Sono dei burattini come nella vignetta. 
Questo è il modello che il movimento di Grillo vuole impartire?  Di nuovo non vi nulla, nuovo è il mezzo informatico, non il contenuto. Spacciare per democrazia, nuova,  è un insulto all'intelligenza delle persone.  
Commentatori lucidi si sono accorti che questo modello rappresenta un vulnus per la democrazia, vera. La stessa vignetta che riportiamo ha  questo valore. Ma non basta. Del web bisogna farne un lecito uso senza permettere abusi.  Bisogna praticare la democrazia e permettere la partecipazione attiva di tutti i cittadini. Innazitutto con una legge elettorale che  trasmetta appieno il consenso, i voleri dei cittadini. Una legge elettorale proporzionale senza bonus di maggioranza, naturalmente.  









Posta un commento