video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

venerdì 18 ottobre 2013

RHO-MONZA

Pubblichiamo il comunicato stampa del capogruppo consiliare in Provincia di Milano della lista PdCI/PRC Altra Provincia Massimo Gatti in merito della presa di posizione del Presidente di Serravalle s.p.a. Marzio Agnoloni

                                                                                                                       

S.P. Rho-Monza, Massimo Gatti: “Agnoloni detta la linea. PDL 

e Lega ubbidiscono in silenzio”

Milano, 18 ottobre 2013. “Il Presidente di Serravalle spa, Marzio  Agnoloni  (che è sempre bene ricordare, alla faccia della crisi, scalda contemporaneamente ben tre poltrone d’oro: Presidente di Serravalle spa, a.d. di Pedemontana Lombarda e Presidente di TEM spa) ha partecipato alla Commissione provinciale Affari Istituzionali del 17 ottobre e ha dettato la linea sulle nuove autostrade e su vendite, prestiti e nuovi aumenti di capitale. – dichiara il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, – Si vuole sciaguratamente procedere con tutte le autostrade inutili e dannose e anche per la S.P. Rho-Monza l’avvocato Agnoloni vorrebbe andare avanti comunque, anche senza interramento, senza ancora la firma ministeriale del decreto VIA e nonostante l’impossibilità di rispettare le date di Expo 2015.
Tutto ciò succede senza curarsi delle mobilitazioni e delle manifestazioni dei comitati e di migliaia di cittadini che stanno facendo di tutto per scongiurare la realizzazione di questo mostro a 14 corsie che sventrerebbe il territorio mettendo in serio pericolo la salute pubblica.
La maggioranza PDL e Lega in Provincia? Obbedisce in silenzio anziché rispettare quanto deciso dal consiglio provinciale in data 1 dicembre 2011 che si era espresso all’unanimità per l’interramento. Non si preoccupano nemmeno di difendere il sindaco di Paderno Dugnano che, secondo Agnoloni, sarebbe stato l’unico a votare contro il progetto che non prevede l’interramento durante la conferenza dei servizi del 30 settembre per motivi politici (quando in realtà contro il lotto di Paderno hanno votato tutti i sindaci dei comuni coinvolti).
Un po’ di rispetto per la salute, la dignità delle persone e la verità non guasterebbe.
Di fronte a questo spettacolo imbarazzante nel quale è Serravalle spa a dettare la linea alla Provincia anziché il contrario, noi non ci arrendiamo, come ho fatto anche giovedì 17 ottobre contestando in commissione provinciale tutte le posizioni di Serravalle spa.
Continuiamo la nostra battaglia insieme alle cittadine, ai cittadini, alle associazioni, ai comitati e agli enti locali del territorio: la S.P. Rho- Monza va interrata. Ben vengano quindi tutti i ricorsi e le mobilitazioni previste in questi giorni contro il mostro a 14 corsie”.
Posta un commento