video PARTITO COMUNISTA D'ITALIA ,comunisti italiani

Loading...

mercoledì 1 gennaio 2014

BUON ANNO

E' iniziato il nuovo anno. I migliori auguri che abbiamo espresso ai nostri compagni, ai cittadini e ai Lavoratori devono essere accompagnati le dovute riflessioni politiche per l'anno che verrà. 
Il 2014 sarà l'anno in cui si celebreranno le elezioni europee e le elezioni amministrative in tante città come a Paderno Dugnano. Saranno appuntamenti decisivi per le sorti del nostro Paese, in particolare per i Lavoratori e per i giovani cittadini. A questo non è improbabile che la compagine di governo guidata da Enrico Letta-Angelino Alfano possa sciogliersi e condurre il Paese ad elezioni politiche anticipate. I presupposti ci sono tutti. Seppur il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano invita il Parlamento a raggiungere,rapidamente, gli obbiettivi posti dal governo al suo insediamento, il quadro politico nazionale è percorso da fremiti,sussulti e scontri intestini e fratricidi.
Il nuovo Segretario del Partito Democratico Matteo Renzi invita il governo a cambiare passo, constatando l'inconsistenza fino'ora fornita. Il condannato di Arcore Silvio Berlusconi, risuscitando la sua Forza Italia sempre più invoca elezioni anticipate dopo aver sostenuto, pienamente, il governo Letta. L'altra forza che muove per l'elezioni anticipate è il M5S di Grillo.
In questo quadro, sommariamente descritto, le forze comuniste e ambientaliste sono in ritardo e intente a risolvere problemi interni e di linea politica. 
I Comunisti italiani, dopo il congresso nazionale straordinario hanno
 un nuovo vertice nazionale eleggendo Cesare Procaccini Segretario. Seppur concluso poche settimane fa il congresso del Partito della Rifondazione comunista, a tutt'oggi non si è eletto il Segretario e la dirigenza nazionale.
Il nodo da sciogliere è sostanzialmente uno per tutte e due le forze comuniste: si presenteranno e come alle elezioni europee e comunali le formazioni del PdCI e del PRC? 
I congressi non hanno sancito in modo inequivocabile e praticabili le scelte. Il sistema elettorale vigente nei comuni  "obbliga per vincere" la definizione di alleanze bipolari ampie. Altresi il sistema elettorale proporzionale vigente per le elezioni europee "obbliga" alla definizione di gruppi parlamentari omogenei a Bruxelles. Condizione politica di difficile soluzione.
Per quanto riguarda Paderno Dugnano siamo per confermare il nostro interesse a costruire una nuova coalizione di centro-sinistra in vista delle imminenti elezioni comunali. Auspicando che a ciò vi sia  interesse comune da parte delle potenziali forze politiche. Siamo ben coscienti delle mutate condizioni politiche, anche locali. Il  prossimo consiglio comunale, è facile prevedere, sarà totalmente nuovo. Nuove forze politiche, nuovi consiglieri. Noi lavoriamo per rinnovare la nostra presenza istituzionale.  
BUON ANNO !
Posta un commento